Una delle attività produttive agroalimentari più rilevanti del nostro paese è la produzione del vino. In quest’ambito troviamo una figura importante, ossia quella dell’enologo. L’enologo è un professionista che opera e lavora nel settore vitivinicolo e che mette a disposizione dell’azienda le sue competenze nel campo. Vediamo insieme però cosa fa esattamente l’enologo e come intraprendere questa professione.

Enologo lavoro: in che campo opera?

L’enologo è un dipendente o un libero professionista che opera in contatto diretto con le aziende vinicole. Questo professionista deve principalmente monitorare e curare tutto il processo produttivo del vino. Oltre che per le aziende vinicole, opera anche nelle cantine sociali, per le aziende di consulenza o in quelle che imbottigliano il vino.

Enologo cosa fa: quali sono le sue competenze?

L’enologo, come abbiamo visto, entra in contatto con diverse aziende vinicole e tra i compiti di questo professionista ci sono:

  • La scelta e il controllo della qualità dei vitigni
  • Controllo e gestione della coltivazione delle viti
  • Monitoraggio e vigilanza della fase di fermentazione
  • Campionatura e analisi del vino per riuscire a verificare quali sono le componenti chimiche, biologiche e organolettiche
  • Infine, decide quali sono le bottiglie migliori per il vino prodotto e controlla i tempi di imbottigliamento del vino

Per acquisire le competenze necessarie al fine di diventare un enologo è necessario seguire un percorso formativo specifico, ossia il conseguimento di una laurea in Scienze e tecnologie viticole ed enologiche. Durante questo percorso di studio infatti, si ottengono tutte le competenze necessarie a svolgere questo lavoro al meglio. Oltre a questa laurea specifica, può richiedere il titolo di enologo anche chi si è laureato in Scienze agrarie, chimiche, biologiche o delle preparazioni alimentari. Quest’ultimi però devono lavorare almeno tre anni in un’azienda vitivinicola prima di ottenere il riconoscimento.

Diventare enologo senza laurea

Si può diventare enologo anche senza laurea, in questo caso è necessario:

  • Avere un diploma conseguito in un istituto tecnico agrario, con corso di studi in viticoltura ed enologia, e bisogna aver lavorato almeno tre anni nel settore.
  • Un diploma di maturità in un classico istituto tecnico a indirizzo chimico o agrario, inoltre bisogna lavorare in modo continuativo per almeno 8 anni nel campo dell’enologia

Quindi anche coloro che hanno un diploma possono diventare enologi, l’importante è lavorare nel campo per ottenere tutta l’esperienza necessaria a conseguire questo importante titolo nel settore della viticoltura.